UN CALCIONE ALLO SBRUFFONE TORNA LA DEMOCRAZIA CRISTIANA

Politica : UN CALCIONE ALLO SBRUFFONE
Inviato da R il 12/9/2014 16:56:10 (59 letture)

TORNA LA DEMOCRAZIA CRISTIANA …. TORNANO I FURTI E GLI AMICI DEGLI AMICI

Righetti, Bonaccini, Descalzi, … Sono i primi tre nomi di democristian-renziani che sono stati colti con le mani nella marmellata. Quel venditore di tappeti tarlati, di nome Renzi, usa un linguaggio che conosciamo: “Giustizia ad orologeria”, “Non faremo eleggere i nostri dai PM”, …. Ha cambiato verso ? Macché ! Ha solo fatto inversione di marcia e si è messo contromano a tutta velocità. Se andasse a sbattere da solo me ne fregherei altamente (di inutili chiacchieroni è pieno il mondo ed i miei concittadini sono specialisti nel cercarli ed osannarli), ma purtroppo va a sbattere con tutti noi al seguito. Il personaggio intanto pensa ad ammazzarci piano piano. Arrivava lo sbruffone dicendo che avrebbe risolto tutto in modo diverso da i predecessori. Tanto per cambiare ci ammolla la sesta manovra consecutiva. 

Doveva pagare chi più aveva ed ecco che il buffoncello si scatena ancora con i meno abbienti. E se qualcuno alza il sopracciglio, glielo rimetto subito a posto. Per farlo gli dico che il superuomo di Palazzo Chigi aveva disponibile un tal Cottarelli che glia aveva indicato le aziende partecipate come fonte di uno spreco di 26 miliardi l’anno. Che fa il democristiano ? Caccia Cottarelli, non tocca le partecipate, blocca stipendi e pensioni di chi guadagna intorno ai 1200 euro medi (netti) al mese (è la sesta volta!), aumenta i ticket per la sanità, taglia gli ospedali (*). Poi racconta di quegli 80 euro … Ma i comuni ai quali ha tagliato gli introiti, hanno elevato la tassazione locale sia per IRPEF, sia per TASI (in massima parte senza detrazioni). Cosicché gli 80 euro sono diventati una colossale presa in giro. Poi vi sono le scuole con il taglio degli asili, con le ristrutturazioni promesse e non fatte, con il precariato che continua, con gli alunni che aumentano, …Ma Renzi, l’incompetente, aumenta i professori di religione a tempo indeterminato (con in più la clausola che se si perde quel posto, costoro possono passare nella stessa scuola ad insegnare altro come filosofia …), aumenta i finanziamenti alle scuole dei preti che tutti sanno come sono messe male (hanno solo un paio di piscine, pochi campi da tennis, pochi campi di calcio, poche palestre, ….). E taglia, taglia ai fondi per il funzionamento per la scuola di Stato.
Insomma si sta smantellando quel poco che rimane di welfare, di stato sociale: ammazziamo le pensioni, la sanità, la scuola. E tutto questo è portato a termine da un cristiano che è anche democristiano. E gli altri, gli ex comunisti che si grattano e svernano alle Maldive (hijos de puta !!!).
E questo è solo un piccolo ritrattino delle vicende interne che soffrono ormai disperatamente di perdite di lavoro e di regresso pauroso dei consumi interni.
Se andiamo all’Europa ci troviamo completamente in balìa della Germania. Renzi aveva fatto lo sbruffone ed ha ottenuto il nulla più assoluto con la Germania che ha già detto che austerità non si tocca e con Draghi che ci ha intimato di fare le riforme, di mettere a posto i conti, altrimenti niente flessibilità (che caspita vuol dire flessibilità ? boh !). Draghi che è un banchiere proveniente da un lavoro alla banca d’affari J. P. Morgan (come lo era Monti) è un uomo tutto d’un pezzo: non sa vedere altro che denaro e profitto, di tutto il resto se ne frega. Hanno già ammazzato la Grecia (un Paese che dovrebbe essere elevato ad un altare per i suoi eccelsi contributi alla storia dell’umanità) ed ora continuano ad ammazzare gli altri (coloro che non fanno parte dell’orbita tedesca). Draghi, da bravo paggio della Merkel, ha detto che dobbiamo fare come la Spagna. A questo punto non so se ridere amaramente o piangere a dirotto. Io conosco molto bene la Spagna e so ancora meglio come tira ora avanti. Basta un solo dato: in quel Paese vi è il 26% di occupazione con il welfare che è stato già fottuto come da noi. Se uno dei padroni dell’Europa dice che dobbiamo fare come la Spagna, mi viene in mente di passare in clandestinità spendendo gli ultimi soldi per comprare armi. Che difesa c’è altrimenti ? Se pure il nostro governo è collaborazionista con il nemico ? Se sento continuamente in TV un orrido Tobias Piller, corrispondente di Frankfurter Allgemeine Zeitung, che ci dice come sono bravi i tedeschi e come facciamo schifo noi. 
Insomma un poco di nazionalismo concedetelo pure ad un vecchio internazionalista. So degli schifi del mio Paese (che, per fortuna, non coincide con il Granducato di Toscana come crede Renzi) ma questo autorizza solo noi a difenderci ed a cacciare i Renzi di oggi e di sempre a calcioni nel culo ed a schiaffoni in faccia, la Germania stia fuori. Per fare tutto ciò, poiché per noi sono previsti tagli anno dopo anno per raccogliere qualche fico secco. E poiché non si fanno nozze e feste con i fichi secchi, o usciamo SUBITO da questa situazione o siamo fregati per sempre. Insomma o cambia alla radice la politica con la UE o dobbiamo andarcene facendo pagare a tutti gli austeri un prezzo elevatissimo perché senza di noi, Paese fondatore (ed io, superpentito, ero un fervente sostenitore), l’Europa si sfascia. Vi è ancora altro. Noi siamo fedeli alle peggiori tradizioni e non sappiamo essere nemmeno servi di unh solo padrone. Ne vogliamo due. Così, a fianco della Germania che ci tiene al guinzaglio obbediamo pure agli USA e sanzioniamo, noi !, la Russia. E’ come quel signore che per fare dispetto alla sua signora si evirava. Eh sì. Perché dalla Russia noi traiamo enormi benefici. Ma, la democrazia … Quale democrazia ? Quale ? Quella che vede un non eletto a Presidente del Consiglio ? O quella che sostiene un governo, quello di Kiev, che nasce da un colpo di stato nazifascista ? E poi le armi ai curdi … Con quella femminuccia (le donne sono altra cosa, per giove !) della Pinotti che dice, pensate un po’, che quella è una guerra giusta. La saccente di Genova (arrivata terza alle primarie di sindaco per quella città e solo perché i concorrenti erano tre) mi dica quale guerra dal punto di vista di chi la fa non è giusta. Ma non è una scout cattolica ? Non importa per il potere si ammazzerebbe pure la madre (e qui c’è la sola differenza con Berlusconi che, per il potere, avrebbe solo venduto le mutande della madre). Che facciamo ? ci teniamo Renzi ? questo bambino bugiardo e sbruffone (oltreché ignorante) che sta ammazzando l’Italia (ed i miei concittadini se ne accorgeranno a cadavere già freddo) ?
Io dico basta. Davvero sono imbestialito contro questi infami personaggi.

 

Inserito da Domenico Marigliano Blogger

 

Guest blogging Italia

articolo letto

totale visite sito web prima pagina 

conta tempo connessione internet

 

 

 

 

contatore

totale click accessi sito web la voce del web

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325