Snowden potrebbe avere nuove rivelazioni su attività segrete tra USA e paesi alleati

Funzionari americani stanno contattando le cancellerie di paesi alleati per lanciare l’allerta su una possibile nuova ondata di rivelazioni riguardanti attività di spionaggio del governo di Washington. Secondo le dichiarazioni raccolte dal Washington Post, Edward Snowden sarebbe in possesso di migliaia di documenti, contenenti informazioni sensibili su attività segrete svolte dalle agenzie americane – in collaborazione con paesi amici – ai danni di avversari del calibro di Russia, Iran e Cina.

Analisi che riguarderebbero la capacità militare di stati “non amici”, dettagli su armi e missili, aerei e navi, ma che non svelerebbero particolari su operazioni di sorveglianza. Se i documenti venissero resi pubblici, le conseguenze peggiori sarebbero per le attività di spionaggio ancora in corso, che verrebbero irrimediabilmente compromesse, e per paesi che avrebbero voluto mantenere segreto il proprio supporto a Washington.

La dinamica in corso in queste ore ricalca quella dei tempi di Wikileaks, con la Casa Bianca impegnata a preparare i propri alleati al caos che sarebbe seguito. In questo caso i tempi potrebbero essere più stretti e c’è da tenere in considerazione la tensione già altissima tra Washington e alcuni paesi amici – come Francia e Germania – che hanno scoperto di essere stati oggetto di un rigido programma di sorveglianza.

Edward Snowden, in una recente intervista al New York Times, ha assicurato di non aver consegnato alcun documento a Russia e Cina: C’è lo zero per cento di possibilità che russi e cinesi abbiano ricevuto i miei file”, ha detto l’ex contractor della NSA. Intanto Brasile e Germania hanno reso noto che chiederanno congiuntamente all’Assemblea delle Nazioni Unite la redazione di una risoluzione che ponga dei limiti alle attività di sorveglianza della stessa NSA. 

Per la seconda volta, in pochi anni, i servizi segreti del paese più potente del mondo sono stati ridicolizzati e le ripercussioni potranno essere molto più gravi di quanto sia possibile immaginare. In termini di credibilità, di capacità di attrazione e di stabilità della comunità internazionali. Tutto per colpa di un qualunque Edward Snowden.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325