Russia detiene "De-Dollarizzazione Meeting": Cina, Iran disposto a cadere USD dal commercio bilaterale

di Tyler Durden 
 
Che la Russia sta spingendo per accordi commerciali che riducono al minimo la partecipazione (e l'influenza), del dollaro USA sin dall'inizio della crisi Ucraina (e prima) è un segreto: questo è stato coperto ampiamente su queste pagine prima (vedi Gazprom prepararsi "Simbolico "Prestito Obbligazionario In cinese Yuan; Petrodollar Alert: Putin si prepara ad annunciare" Santo Graal "accordo sul gas con la Cina, la Russia e la Cina per firmare" Santo Graal "Deal Gas; 40 banche centrali stanno scommettendo Questa sarà la prossima valuta di riserva; dal Petrodollar al Gas-o-yuan e così via). 
 
Ma fino ad ora gran parte di questo era nel regno di wishful thinking sentito dire e generale. Dopo tutto, sicuramente è "ridicolo" che un paese può seriamente contemplare ad esistere al di fuori dei confini ideologici e religiosi della Petrodollar ... perché se uno può farlo, tutti possono farlo, e prossima cosa sapete Stati Uniti ha iperinflazione , collasso sociale, la guerra civile e di tutte quelle altre caratteristiche prominente in altre repubbliche delle banane socialiste come il Venezuela, che purtroppo non hanno una valuta di riserva globale a calci in giro. 
 
O almeno così gli economisti keynesiani, sacerdoti alias di ruolo di detta religione Petrodollar, avrebbe richiesto che il mondo creda. 
 
Tuttavia, per quanto essa può turbare i statalisti di leggere, la Russia sta attivamente spingendo avanti con i piani per mettere il dollaro nello specchietto retrovisore e sostituirlo con un sistema privo di dollari. Oppure, come viene chiamato in Russia, un mondo "de-dollarizzato". 
 
La Voce della Russia riferisce di stampa russe citando fonti che Ministero delle Finanze del paese è pronto a GreenLight un piano per aumentare radicalmente il ruolo del rublo russo in operazioni di esportazione, riducendo la quota delle operazioni denominate in dollari. Fonti governative ritengono che il settore bancario russo è "pronto a gestire l'aumento del numero di transazioni denominati in rubli". 
Secondo l'agenzia di stampa Prime, il 24 aprile il governo ha organizzato un incontro speciale dedicato alla ricerca di una soluzione per sbarazzarsi del dollaro USA in operazioni di esportazione russi. Esperti di alto livello del settore energetico, le banche e le agenzie governative sono stati convocati e una serie di misure sono state proposte come risposta per sanzioni americane contro la Russia. 
 
Beh, se l'Occidente voleva risposta della Russia alle sanzioni sempre crescenti nei confronti del paese, è in procinto di farlo. 
 
L '"incontro de-dollarizzazione" è stata presieduta dal Primo Vice Primo Ministro della Federazione Russa Igor Shuvalov, dimostrando che Mosca è molto grave nella sua intenzione di smettere di usare il dollaro. Una successiva riunione è stata presieduta dal Vice Ministro delle Finanze Alexey Moiseev che più tardi ha detto il canale Rossia 24 che "la quantità di contratti denominati in rubli sarà aumentato", aggiungendo che nessuno degli esperti intervistati e bancari rappresentanti trovato tutti i problemi con il piano del governo di aumentare la quota dei pagamenti rublo. 
A beneficio dei nostri lettori di lingua russa, l'intervista con Moiseev è al di sotto e la trascrizione può essere trovato qui: 
 
 
Inoltre, se si pensa che solo Obama può regnare supremo ordine esecutivo da solo, hai sbagliato - i russi possono farlo in modo altrettanto efficace. Immettere la "moneta interruttore ordine esecutivo": 
 
E 'interessante che nella sua intervista, Moiseev parlato di un meccanismo giuridico che può essere descritto come "interruttore moneta ordine esecutivo", dicendo che il governo ha il potere legale di costringere le imprese russe al commercio una percentuale di talune merci in rubli. Riferendosi al caso in cui tale livello può essere impostato su 100%, il funzionario russo ha detto che "è un'opzione estrema ed è difficile per me dire subito come il governo userà questi poteri". 
Beh, fino a quando le opzioni esiste. 
 
Ma ancora più importante, nessuno di ciò che la Russia sta contemplando avrebbe qualche possibilità concreta di attuazione, se non fosse per le altre nazioni che avrebbero impegnarsi in relazioni commerciali bilaterali di libero-USD. Tali paesi, tuttavia, esistono e dovrebbe venire come una sorpresa per nessuno che i due che hanno già intensificato sono altro che la Cina e l'Iran. 
 
Naturalmente, il successo della campagna di Mosca cambio d'negoziazione di rubli o in altre valute regionali dipenderà dalla volontà dei suoi partner commerciali a sbarazzarsi del dollaro. Fonti citate da Politonline.ru menzionati due paesi che sarebbero disposti a sostenere la Russia: l'Iran e la Cina. Dato che Vladimir Putin si recherà in visita a Pechino il 20 maggio, si può ipotizzare che i contratti di gas e petrolio che stanno per essere firmati tra la Russia e la Cina saranno denominate in rubli e yuan, non dollari. 
In altre parole, nel tempo di una settimana cercano non solo l'annuncio dell'accordo "Sacro Graal" Russia-Cina gas precedentemente descritto qui, ma le sue condizioni finanziarie, che ora sembra praticamente certo saranno regolate esclusivamente in RUB ed CNY. Non USD. 
E come abbiamo spiegato più volte in passato, l'ulteriore ovest antagonizza la Russia, e le sanzioni più economiche si LOB a lui, tanto più la Russia sarà costretto lontano da un sistema di negoziazione, denominato in dollari e in quello che si affaccia la Cina e l'India. Quale è il motivo per cui l'annuncio della prossima settimana, in quanto innovativo come sicuramente sarà, è solo l'inizio.

inserito da domenico marigliano blogger

 

Guest blogging Italia

articolo letto

totale visite sito web prima pagina 

conta tempo connessione internet

 

 

contatore

totale click accessi sito web la voce del web

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325