Rapporti tra Protestantesimo e Massoneria.

 

re giorgio VI d'inghilterra massone


Sopra: re Giorgio VI d'Inghilterra (1895-1952) con le insegne

massoniche di Gran Maestro della Gran Loggia Unita (1939).

Egli venne iniziato alla Naval Lodge nº 2612 nel dicembre del 1919.

 

 

Non di rado, se si digita in un qualsiasi motore di ricerca la parola «Massoneria» (o il suo equivalente inglese «Freemasonry»), ci si imbatte in un certo numero di siti antimassonici gestiti da protestanti. A volte, questi siti contengono pagine interessanti e ben documentate; in altri casi, essi accusano in maniera del tutto gratuita la Chiesa cattolica di connivenza con la Massoneria (l'obelisco in Piazza San Pietro ne sarebbe una prova schiacciante!...), dimenticando o tacendo di proposito il fatto macroscopico che la Chiesa di Roma ha condannato la sètta massonica con oltre duecento documenti ufficiali (bolle, encicliche, dichiarazioni episcopali, ecc...), e che le direttive massoniche in nostro possesso trasudano odio contro il Papato e contro il cattolicesimo. Ma la mancanza più vistosa è indubbiamente il silenzio assoluto osservato da questi siti circa il ruolo fondamentale giocato dal protestantesimo nella genesi della Massoneria. Da qui la necessità di ricordare tale verità troppo spesso passata sotto silenzio.    

 

 

«La Massoneria è figlia della Riforma».

Mons. Ernest Jouin

 

 

Occorre rammentare tre punti:

 

- La Massoneria è in parte di origine protestante;

- Essa resta in stretto collegamento con certe chiese protestanti, e in particolare con la chiesa anglicana;

- La sua ideologia è prossima a quella del protestantesimo.

 

l La Massoneria è in parte di origine protestante

 

La Massoneria moderna è un insieme di Società Segrete che si rifanno a correnti molto antiche, ma la cui organizzazione attuale, realizzata in Gran Bretagna all'inizio del XVIII secolo, risulta dalla fusione di due organismi preesistenti: una vetusta corporazione di costruttori e la società jeanne guyon occultista dei Rosacroce«Tre personaggi hanno segnato profondamente la nascita e il primo sviluppo della Massoneria moderna o speculativa: Anderson, Désaguliers e il Cavaliere Ramsay» 2«Anderson, Désaguliers e Ramsay hanno vissuto nella stessa epoca e hanno giocato un ruolo preponderante - sebbene assai diverso - agli inizi del nuovo Ordine massonico. Anderson fu l'organizzatore della Massoneria detta "speculativa", Désaguliers il suo propagatore, e infine Ramsay, che bisogna separare dagli altri due sia sul piano delle idee che sul piano massonico, fu il rinnovatore della Massoneria francese, diffondendo la corrente denominata "Scozzesimo"» 3James Anderson (1684-1739) era un ministro presbiteriano. Jean-Théophile Désaguliers(1683-1744), figlio di un pastore protestante de La Rochelle, era cappellano personale del principe di Galles, il futuro Giorgio II (1683-1760). Quanto a Ramsay (1686-1743), nato anch'egli in una famiglia protestante, ebbe una carriera bizzarra; Fénelon (1651-1715), di cui fu segretario ed esecutore testamentario, l'avrebbe battezzato; anche madame Jeanne Guyon (1648-1717), l'apostola del quietismo, lo prese come segretario. Due pastori protestanti; un protestante apparentemente convertito e coinvolto nell'eresia del quietismo 4: tali furono gli uomini che mandarono in orbita la Massoneria moderna. Si comprende allora come il massone Albert Lantoine abbia potuto definire l'istituzione massonica degli inizi come «la succursale della bottega ugonotta» 5, e il motivo per cui MonsErnest Jouin (1844-1932), grande specialista di studi massonici, amasse ripetere che «la massoneria è figlia della Riforma» 6.

 

james anderson

jean-théophile désaguliers

ramsay

Da sinistra: James Anderson, Jean-Théophile Désaguliers e Ramsay.

 

l L'alleanza tra la chiesa anglicana e la Massoneria inglese

 

stephen knightNata in seno al protestantesimo, la Massoneria inglese ha sempre intrattenuto buone relazioni con la chiesa anglicana. Ecco due testimonianze di massoni a questo riguardo. Parlando dei landsmarks (i «limiti») o regolamenti generali della Massoneria inglese stabiliti dal suo fondatore Anderson, Albert Lantoine ha scritto: «Questi landsmarks sono stati creati per affermare la stretta alleanza della Massoneria inglese con la chiesa protestante. La loro comunione, che data da due secoli, non è mai smentita [...]. In Inghilterra, fin dalla sua nascita, la Massoneria è serva della chiesa (anglicana) e dello Stato» 7. Nel suo libro Universalisme et Franc-maçonnerie(«Universalismo e Massoneria»; Vitiano, 1963), Joannis Corneloup conferma questa alleanza quasi costituzionale tra la chiesa anglicana, lo Stato e la Massoneria: «Da quell'epoca (le guerre napoleoniche) data, in Inghilterra, la triplice alleanza non scritta - ma reale - tra la dinastia, la chiesa anglicana e la Massoneria, alleanza che non ha mai smesso di essere effettiva fino ai nostri giorni» 8. Alla testimonianza dei massoni Albert Lantoine e Joannis Corneloup, aggiungiamo quella di Stephen Knight (1951-1985), il quale pubblicò, nel 1984, un libro ben documentato sulla Massoneria inglese: «Per oltre duecento anni, la chiesa anglicana è stata un bastione della Massoneria. Tradizionalmente, il fatto di affiliarsi alla Massoneria e di salire di Grado è sempre stata la chiave per far carriera in questa chiesa. La situazione sembra essere cambiata in questi ultimi vent'anni; oggi, il numero dei massoni anglicani è diminuito, ma resta sempre elevato. Secondo un'inchiesta recente, oggi ci sono molti meno vescovi(anglicani) massoni che negli anni '50, in cui sarebbe stato difficile trovare un mezza dozzina di vescovi non massoni» 9.

 

l La parentela ideologica tra protestantesimo e Massoneria
 

Tale parentela può essere messa in rilievo presentando le une a fianco delle altre, in forma di tabella, certe posizione-chiave protestanti e le loro omologhe massoniche.

 

Concezioni protestanti  Concezioni massoniche

Propriamente parlando, non esistono verità religiose universali

Non esistono verità universali

Ciò deriva dal libero esame, essendo il protestantesimo, secondo il pastore Richard Molard,«estraneo ad ogni dogma fisso, ad ogni morale immutabile e soprattutto ad ogni regola definitiva» 10.

«Ci guarderemo dal dimenticare che la Massoneria è fin dalle origini nemica di ogni assoluto, e che proclama che la verità non è mai acquisita [...]. Tutto è relativo, ogni fine è transitorio, ogni potere è contestabile» 11.

 

«In fondo, i metodi massonici non sono nient'altro che una contestazione permanente; per noi, non esistono verità eterne; non ci sono che tradizioni rimesse costantemente in discussione» 12.

La coscienza è legge a sé stessa

L'uomo è il proprio punto di riferimento

Per la versione pietista (e kantiana) del protestantesimo, «la coscienza non deve nulla se non a sé stessa; essa è la sua stessa regola, la sua legge, la sua sanzione e il suo tribunale supremo» 13.

«L'uomo è il punto di partenza di ogni cosa e di ogni conoscenza. Egli è la propria fonte e il proprio punto di riferimento. Solo oggi, egli può dire ciò che è buono per l'uomo» 14.

Ogni autorità esterna viene

rifiutata in materia religiosa

Ogni autorità esterna

dev'essere rifiutata

 

«Se l'individuo si sottomette ad un'autorità, qualunque sia il suo nome (Dio, Umanità, Società, Legge scritta o Legge morale), è infedele al proprio "Io", al proprio "Ego"» 15.

 

Il confronto potrebbe essere presentato in modo più dettagliato. Ma le linee conduttrici illustrate da questo confronto bastano a dimostrare la stretta parentela ideologica tra i due sistemi.

 

inserito da Domenico Marigliano Blogger

 

Guest blogging Italia

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325