LA MERKEL VUOLE AMMAZZARE DEFINITIVAMENTE GLI ITALIANI: UNA NUOVA IMPOSIZIONE EUROPEA

LA MERKEL VUOLE AMMAZZARE DEFINITIVAMENTE GLI ITALIANI: UNA NUOVA IMPOSIZIONE EUROPEA FARA’ AUMENTARE I PREZZI DEI BENI ALIMENTARI. ECCO COME
 

FONTE:

https://www.liberoquotidiano.it/news/economia/11688729/Iva–l-Europa-mette-nel.html

 
“Aumentate l’Iva sui beni di prima necessità come pane e pasta”. L’ordine a quanto pare arriva da Bruxelles. Secondo quanto racconta il Messaggero l’ultimo avviso sarebbe arrivato solo un paio di giorni fa. L’Italia secondo gli euroburocrati l’Italia come gli altri Paesi dell’Unione europea deve “fare i compiti a casa” quelli dettati nella scorsa primavera. Un elenco di prescrizioni che va dalla riforma del lavoro fino alla’accelerazione dei tempi della giustizia. Ma il chiodo fisso dell’europa resta la pressione fiscale. E’ lì che Bruxelles vuole colpire l’Italia. Come se già non bastasse il peso dei vari balzelli che piovono sulla testa degli italiani potrebbe arrivare un aumento sull’Iva. Un documento da parte dell’Ue parla chiaramente di un aumento dell’imposta del valore aggiunto. 
 
Le indicazioni - “I recenti interventi volti ad alleggerire la pressione fiscale sui fattori di produzione sono stati piuttosto limitati. Vi è il margine – spiega il documento – per spostare ulteriormente il carico fiscale verso i consumi”. Su questo punto le raccomandazioni erano andate anche oltre. “E’ determinante anche una revisione delle aliquote ridotte dell’Iva e delle agevolazioni fiscali dirette”. Traduzione: l’Ue ha chiesto al governo di rimettere mano all’Iva e dopo il doppio aumento dal 20 al 22 per cento decisa da Monti e Letta. E questa volta la richiesta è chiara: va aumentata l’a liquota minima del 4 per centoche riguarda beni essenziali come il pane e la pasta. E a confermare le indiscrezioni c’è anche una fonte autorevole del ministero dell’Economia: “L’aumento aleggia nell’aria”. 
 
Su cosa aumenta - Su cosa aumenterà l’Iva? I prodotti su cui dovrebbe intervenire il rincaro sono: Riso, pane, pasta, farina. Ma anche frutta, verdura, patate, latte fresco, formaggi, burro, olio d’oliva,  mense aziendali e scolastiche. Rincari in vista anche su libri, giornali, riviste, occhiali e lenti a contatto. Infine l’aumento dell’Iva riguarderà anche attrezzature e apparecchi terapeutici. 

Inserito da Domenico Marigliano Blogger

 

Guest blogging Italia

articolo letto

totale visite sito web prima pagina 

conta tempo connessione internet

 

 

 

 

contatore

totale click accessi sito web la voce del web

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325