Il paradosso dei lavoratori italiani. di Antonio Piarulli

 
28 agosto 2014 alle ore 11.22
La notizia,va resa nota a tutti,e per una buona volta smettiamola di lamentarci. Abbiamo offerto lavoro stabile a circa 200.000 

Antonio Piarulli

lavoratori italiani tutti hanno accettato di buon grado un'occupazione a tempo indeterminato salvo poi lamentare che la stessa non risultava soddisfacente. Ed ecco emergere il paradosso,dopo circa due mesi che ciacuno prestava il proprio contributo ,lavorando quotidianamente circa otto ore,manifestando anche la propria soddisfazione per il ruolo svolto in ambito aziendale,un bel dì costoro decidono di interrompere le rispettive prestazioni,senza peraltro alcuna  sensata ragione,affermando che per loro non bastava il lavoro,ma che addirittura per le funzioni svolte ,pretendevano un salario o comunque un emolumento o stipendio. INAUDITO! Ora spiegare a costoro,che il fatto di avere un lavoro era già in sè motivo di gratificazione e che ciò avrebbe dovuto appagarli
a me pareva persino banale,allora glielo dissi,espressi il concetto secondo me persino banale dicendo loro; Secondo i nuovi dettami,non dovreste avere motivo di lamentarvi,è già soddisfacente che vi diano il lavoro,altre pretese potrebbero risultare irrituali o addirittura assurde! L'Italia cresce conil vostro lavoro,siatene orgogliosi! Il resto, i diritti, il salario è fuffa! Non fui apprezzato dalla quasi totalità dei presenti,ancora oggi sono qui a chiedermene le ragioni!
 
Certo che il mondo è sempre più strano. Voi cosa ne pensate?
 
Certo se mi legge Renzi,mi nomima ministro del lavoro! 
 
Cordialità.
 
INSERITO DA DOMENICO MARIGLIANO BLOGGER
Guest blogging Italia

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325