"Giovani", "Futuro", "Generazioni"

Il futuro della nostra Italia  fra sogni, aspettative, speranze, cambiamenti di una politica rivolta al popolo e no alle banche come sta capitando ora. Il Grande  mondo del lavoro da cambiare e rinnovare , ma sembra una cosa così lontana da noi. Molti nostri giovani seduti su un banco di scuola cercano di comprendere e capire cosa sara' il loro futuro finita la scuola, oggi e' un incognita che non si riesce a risovere , per colpa di una classe politica che invece di dare forza ai nostri giovani li calpesta, li maltratta, e spesso li insulta con frasi poco corrette, ma questa non e' Politica di sviluppo, questa e' una Politica di distruzione per favorire pochi eletti.Bisogna fa capire ai nostri governanti che in realtà il mondo del lavoro comincia qui, sui banchi di scuola e inizia con la preparazione. Oggi più che mai, per sopravvivere nel duro mondo del lavoro serve essere preparati ,preparati soprattutto a reinventarsi e bisogna essere pronti a cambiare lavoro in poco tempo. Ma i ragazzi, cosa si aspettano dal  futuro? C' è chi sogna di fare chissà quale lavoro, grazie al quale guadagnare tanto e permettersi una vita lussuosa; c' è chi sogna di lavorare per il bene degli altri, è c' è chi non sogna nulla e non si aspetta nulla. Tanti ragazzi sognano di diventare medici, architetti, ingegneri e sperano che con un colpo di magia otterranno il lavoro che sognano; altri non desiderano un lavoro in particolare ma sanno che per qualsiasi progetto di vita c' è bisogno di molto impegno. Oggi il mondo del lavoro cambia velocemente, troppo velocemente per qualcuno, ed è per questo che per ambientarsi ci vogliono due requisiti importanti: impegno e preparazione.Ma perché bisogna lavorare, a cosa serve il lavoro? Io ho trovato alcune risposte:Per la propria soddisfazione personale, per gli altri, per mantenere la famiglia e anche perché il primo articolo della nostra costituzione dice che “ l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro” quindi è dovere di ogni cittadino lavorare, Vero ma spesso non e' mantenuto questo articolo allora io mi chiedo, se non c'e' sviluppo o lovoro come si dice allora cosa si studia a fare per poi rimanere con un pugno di mosce nelle mani, senza avere un futuro sicuro, perche' le politiche sul lavoro non sono mai sviluppate in modo concreto e limpido? Alla domanda domanda a cosa serve il lavoro qualcuno potrebbe dire che serve per portare uno stipendio a casa, qualcuno, senza magari crederci troppo, potrebbe dire che serve a migliorare se stessi e la società in cui si vive. Io non credo che il lavoro serva per vari motivi, qualcuno puo' dire che serve per arrivare a dei  risultati 
pero' senza arrivare a nulla sempre perche' c'e' chi e' aiutato da amici degli amici, o da raccomandazioni, allora  non comprendo questo sistema lavorativo che vuole spronare i giovani per poi premieri i raccomandati o i meno meritevoli? Il lavoro serve per migliorare la società e garantire il progresso, e quindi per arrivare a questo sviluppo ci vogliono i migliori uomini e donne che sono meritevoli e che con il loro lavoro, le loro idee possono cambiare questa nazione inerme e ferma da anni . In questi periodi di grave crisi economica sentiamo spesso parlare di disoccupazione e questo ci scoraggia per tutto ciò che riguarda il  futuro della nostra nazione e dei nostri giovani e figli. Alcuni giovani, scoraggiati dalla crisi pensano di prendere la strada più facile quella che porta all'illegalità, al soldo facile, altri prendono la strada dei talck show per diventare famosi, altri scappano dalla nostra nazione perche' non vedono sviluppo. Io so che non sarà uno scherzo riprenderci da questa crisi,  ma non prenderò mai la speranza di vedere rinascere la nostra Italia grazie ai nostri figli ai nostri giovani con le loro idee, il loro credo, faranno in modo che la Nazione Italia riprenda a splendere come una volta nel mondo.
 
Domenico Marigliano Blogger

inserito da domenico marigliano blogger

 

Guest blogging Italia

articolo letto

totale visite sito web prima pagina 

conta tempo connessione internet

 

 

 

 

contatore

totale click accessi sito web la voce del web

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325