Ecco quanto denaro pubblico lo stato regala ai giornali per pilotare il tuo in cervello…

 

 

giornali

Lo sapevi che paghi giornali che non acquisti?Sei al corrente del fatto che ti dicono solo ciò che loro vogliono farti sapere?Sai di vivere nella menzogna?

La polemica riesplode cicilicamente, soprattutto da quando Beppe Grillo ne ha fatto un suo cavallo di battaglia spesso, però, senza spiegare correttamente cosa significhi davvero: «I giornali prendono soldi dallo Stato».
Come riferisce lettera43.it:

 

Sui contributi pubblici all’editoria continua a esserci molta confusione. Quali testate vengono finanziate? In base a quali criteri? Quante risorse ha a disposizione lo Stato per sostenere un settore certo in profonda crisi ma che negli anni in cui le casse ancora lo permettevano non ha saputo né voluto ripensare il proprio futuro?
NEL 2014 A DISPOSIZIONE 190 MLN.Negli ultimi anni gli stanziamenti si sono notevolemente ridotti, ma il flusso di denaro pubblico per il settore continua a essere consistente.
Per il 2014, il dipartimento per l’Editoria della presidenza del Consiglio, come conferma aLettera43.it il capo della struttura Ferruccio Sepe, ha a disposizione circa 140 milioni di euro. Stessa cifra per il 2015 e per il 2016. Anche se per questi due anni si tratta di risorse iscritte a bilancio previsionale che potrebbero dunque essere tagliate nel caso i conti lo richiedessero.
LA LEGGE DI STABILITÀ. Oltre alla dotazione del dipartimento, l’ultima legge di Stabilità ha stanziato ulteriori risorse per il sostegno all’editoria: 50 milioni per il 2014, 40 per il 2015 e 30 per il 2016, destinati all’avvio di nuove imprese editoriali, alle ristrutturazioni aziendali e agli ammortizzatori sociali.
Solo nel 2014 dunque i contribuenti italiani spenderanno circa 190 milioni di euro. Ma esattamente per finanziare che cosa?
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Per finanziare il pilotaggio dell’informazione,infatti da decenni il governo italiano finanzia le principali testate giornalistiche per usarle come “mezzo propagandistico”,le quali manipolano l’informazione in modo da soddisfare le richieste dei partiti,e intanto l’ Italia si ritrova al 70° posto mondiale per quanto riguarda la libertà d’informazione…. In altri paesi europei le testate giornalistiche vivono SOLO DEL LORO PANE,cioè incassano solo ciò che vendono,e per vendere milioni di copie fanno a gara nel dare una informazione pulita,trasparente ed efficiente,mettendo al corrente il cittadino della VERITA’. In Italia invce fanno a gara  nel sostenere il partito che le finanzia al costo di pilotare l’informazione e ….il cervello dell’italiano…

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 313 96%
no 12 4%

Voti totali: 325