Bilderberg: storia vera tra complotti e misteri.

Il Bilderberg è ad oggi una delle logge massoniche "legalizzate" e sotto l'occhio di tutti.. O quasi..

Il Bilderberg è ad oggi una delle logge massoniche “legalizzate” e sotto l’occhio di tutti.. O quasi..

Proprio da pochi giorni, uomini influenti nel panorama mondiale, hanno parlato a nostra insaputa di qualcosa che sicuramente ci riguarda, ma di cui non sapremo mai nulla. Tra di essi spiccano un rampollo, una giornalista, un direttore di telecomunicazioni e un ex presidente del consiglio, italianissimi. Esiste davvero una oligarchia mondiale?

 

Non c’entra un granchè con le tematiche del mio blog, ma il Bilderberg è un argomento che mi ha sempre affascinato, così come tutte quelle cose che fanno parte della realtà mondiale, ma chesono così misteriose da sembrare argomento da bar.

E invece no, il Bilderberg, non è argomento da bar. In Danimarca, fino al primo di giugno, una cerchia selezionata di personaggi influenti nel panorama mondiale, si sono scambiati informazioni riguardo qualcosa. Qualcosa che non è possibile sapere in nessun caso, nè in maniera diretta, nè indiretta.

Cosa è il Bilderberg?

L'hotel a Oosterbeek dove si è svolto il primo Bilderberg Meeting nel 1954

L’hotel a Oosterbeek dove si è svolto il primo Bilderberg Meeting nel 1954

Il “Bilderberg Meeting” è un club esclusivo di personaggi influenti che si riuniscono per discutere. Il primo meeting risale a fine maggio del 1954, per la precisione tra il 29 e 31 maggio. La location scelta fu un albergo a Oosterbeek nei Paesi Bassi che si chiama Hotel de Bilderberg, da qui il nome del club di eletti. Lo scopo, all’epoca, era quello di conciliare le politiche e le visioni europee e americane, al fine di assicurare stabilità economica e politica.

Da allora, ogni anno,, il gruppo si ritrova in qualche hotel o resort in giro per il mondo: ogni quattro anni in Canada o negli Stati Uniti e tutti gli altri anni in Europa.

Struttura del Bilderberg.

Il Bilderberg è formato da un presidente e da membri della commissione direttiva, che rappresentano circa 18 nazioni tra Europa e Nord America. Esiste anche una figura onoraria e una certa schiera di supervisori esterni.

I membri della commissione vengono selezionati attraverso una specie di passaparola: non esistono dei sistemi di elezione, ma dei semplici inviti. Una volta accettato l’invito, vi si resta fino a sconosciuti termini di fine rapporto. Probabilmente l’esclusione dipende da volontà personali o da una “valutazione di influenza” del singolo da parte del club, ma questa è una mia personalissima fantasticheria.

Il Bilderberg ha persino un quartier generale a Leida (Paesi Bassi), con tanto di segreteria, uffici e organizzatori che hanno il solo scopo di organizzare l’incontro una volta l’anno.

I temi del Bilderberg.

Secondo quanto riporta il sito ufficiale e le uniche fonti che pervengono ai comuni mortali, il Bilderberg, non è altro che un semplice incontro tra personaggi influenti che si scambiano liberamente informazioni su temi legati alla politica, all’economia e questioni considerateimportanti in scala mondiale. Non vi sono agende, non vi sono votazioni, non vi sono stipule o qualsivoglia accordo, ma solo ed esclusivamente scambi di informazioni tra i membri del consiglio direttivo.

Perchè la segretezza del Bilderberg?

Dunque, se da questi incontri non vi sono dei veri risvolti direttivi a livello globale, perchè si renderebbe necessaria tutta questa segretezza? Perchè non ci può essere un pubblico? Perchè non possono partecipare i media e i comuni mortali?

La spiegazione, di per sè, è molto semplice: la segretezza assicura che tutti i componenti del gruppo, possano parlare apertamente su tutto ciò che vogliono senza incappare in incidenti diplomatici.

Cosa ci turba?

In realtà il Bilderberg non è poi così misterioso: esiste un sito ufficiale, si sa dove è ubicato l’ufficio, ci sono delle persone che ci lavorano, si sa luogo, data e ora di ogni incontro e la lista completa dei partecipanti. Allora cosa ci turba così tanto?

Forse perchè vediamo solo una parte del tutto. E forse forse sapere nome e cognome dei partecipanti turba ancora di più.

Romano Prodi è solo uno dei tanti nomi "importanti" del bel paese che han fatto capolino tra le fila del Bilderberg Meeting.

Romano Prodi è solo uno dei tanti nomi “importanti” del bel paese che han fatto capolino tra le fila del Bilderberg Meeting.

In effetti, guardando, tra gli ex componenti spiccano anche nomi importanti e curiosi, come ad esempio Romano Prodiche, casualmente, fece parte del gruppo a cavallo del periodo dell’uscita dell’euro. Ricordiamo che fu proprio lui a decidere la valuta e l’integrazione dell’euro in Italia.

Inoltre alcune cose non quagliano: se il meeting non ha scopi decisionali, perchè i membri sono chiamati “membri del consiglio direttivo”? Cosa dovrebbero dirigere, se non hanno nulla da dirigere? La traduzione dall’inglese, qualora ci fossero dubbi di traduzione, di “steering committee” significa proprio “comitato direttivo“, così come compare sul sito ufficiale.

Il rampollo, la giornalista, il presidente e il primo ministro. E non è una barzelletta.

La fotoseganletica dei partecipanti italiani al Bilderberg Meeting 2014.

La fotoseganletica dei partecipanti italiani al Bilderberg Meeting 2014.

Il 30 maggio 2014 è iniziato il sessantaduesimo incontro del Bilderberg che è terminato il primo giugno. Nella lista dei membri spiccano personalità italiane: John Elkann,  Franco Bernabè eMario Monti. Sì, proprio lui.

Inoltre circola su tutti i giornali la notizia, che non trova riscontro nella lista ufficiale, che era presente anche Monica Maggioni, direttrice di Rai News.

La lista completa.

Vedere la lista, mi trasmette tutta una serie di suggestioni alquanto promiscue e poco definibili. Chissà se anche a voi fa lo stesso effetto. Eccola qua:

Presidente

Henri de Castries
Chairman and CEO, AXA Group

DEU Ackermann, Josef Former CEO, Deutsche Bank AG
GBR Agius, Marcus Non-Executive Chairman, PA Consulting Group
USA Altman, Roger C. Executive Chairman, Evercore
FIN Apunen, Matti Director, Finnish Business and Policy Forum EVA
PRT Balsemão, Francisco Pinto Chairman, Impresa SGPS
FRA Baverez, Nicolas Partner, Gibson, Dunn & Crutcher LLP
ITA Bernabè, Franco Chairman, FB Group SRL
NOR Brandtzæg, Svein Richard President and CEO, Norsk Hydro ASA
ESP Cebrián, Juan Luis Executive Chairman, Grupo PRISA
CAN Clark, W. Edmund Group President and CEO, TD Bank Group
BEL Davignon, Etienne Minister of State
DEU Enders, Thomas CEO, Airbus Group
DNK Federspiel, Ulrik Executive Vice President, Haldor Topsøe A/S
NLD Halberstadt, Victor Professor of Public Economics, Leiden University
USA Jacobs, Kenneth M. Chairman and CEO, Lazard
USA Johnson, James A. Chairman, Johnson Capital Partners
GBR Kerr, John Deputy Chairman, Scottish Power
USA Kleinfeld, Klaus Chairman and CEO, Alcoa
TUR Koç, Mustafa V. Chairman, Koç Holding A.S.
USA Kravis, Marie-Josée Senior Fellow and Vice Chair, Hudson Institute
CHE Kudelski, André Chairman and CEO, Kudelski Group
USA Mathews, Jessica T. President, Carnegie Endowment for International Peace
ITA Monti, Mario Senator-for-life; President, Bocconi University
USA Mundie, Craig J. Senior Advisor to the CEO, Microsoft Corporation
USA Perle, Richard N. Resident Fellow, American Enterprise Institute
CAN Reisman, Heather M. Chair and CEO, Indigo Books & Music Inc.
AUT Scholten, Rudolf CEO, Oesterreichische Kontrollbank AG
IRL Sutherland, Peter D. Chairman, Goldman Sachs International
USA Thiel, Peter A. President, Thiel Capital
INT Trichet, Jean-Claude Honorary Governor, Banque de France; Former President, European Central Bank
GRC Tsoukalis, Loukas President, ELIAMEP
SWE Wallenberg, Jacob Chairman, Investor AB
USA Zoellick, Robert B. Chairman, Board of International Advisors, The Goldman Sachs Group

Membro Onorario

USA David Rockefeller

 

Vi invito a cercare questi personaggi su Wikipedia e a visitare il sito ufficiale del Bilderberg. Sono sicuro che la vostra fantasia galopperà imbizzarrita.

Dunque, cosa sarà mai davvero questo Bilderberg? Cosa nasconde nella sua segretezza? Può tutto questo essere riconducibile alla miriade di tesi complottistiche che aleggiano nelle menti dei più fantasiosi?

A tutte queste domande probabilmente non ci sarà mai risposta e chissà… Forse è meglio così.

 

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 311 97%
no 11 3%

Voti totali: 322