UNA Guardia ecologica volontaria CHE AMA IL PROPRIO PAESE E LA SUA GENTE . VALENTINA NAPPA CANDITATA CONSIGLIERE COMUNALE FRATELLI D'ITALIA DI PORTICI

 

UNA Guardia ecologica volontaria CHE AMA IL PROPRIO PAESE E LA SUA GENTE . VALENTINA NAPPA CANDITATA CONSIGLIERE COMUNALEFRATELLI D'ITALIA DI PORTICI

 

26/27 MAGGIO 2013

 

PER CIOTOLA VINCENZO SINDACO

 

.

 

La politica ha sempre rappresentato una delle mie più grandi passioni ma non ho mai voluto, nonostante diverse opportunità, mettermi in gioco, perché non ero mai rappresentata da nessun candidato mi rappresentava. Negli ultimi anni poi abbiamo assistito ad una involuzione della politica stessa, improntata ad ideali effimeri e superficiali e sempre più,in particolar modo negli Enti locali, distanti dal pensiero del cittadino comune.Per questo ho deciso di aderire alla campagna elettorale per Vincenzo Ciotola aderendo alle liste del partito Fratelli D'Italia,il mio contributo e' per

Foto

migliorare la qualità della vita occorre scoprire ed impiegare nuovi sistemi capaci di poter assicurare al cittadino di Portici un miglioramento della città riuscendo a sfruttare le risorse della città stessa.

 

La città di Portici è caratterizzata da una buona presenza di aree verdi, vedi il Bosco e l’Orto Botanico Borbonici, la sede dell'università Agraria ed infine i parchi urbani, il Porto

"Granatello", e la non mai ultimata litoranea.

 

Da questo piccolo elenco si evince che la presenza di verde in questa cittadina di provincia rappresenta davvero un patrimonio comune fondamentale, soprattutto se si pensa alle realtà urbane in cui vivono i cittadini e soprattutto i bambini e gli anziani, congestionati dal traffico e dai pochi spazi per la vita sociale, allora ci chiediamo perché non sfruttare le risorse che abbiamo?

 

Come obiettivo dobbiamo porci quello di aiutare i cittadini a vivere la natura e aiutarli a capire l'importanza di vivere questi spazi rispettandoli, per ritornare a goderne.

Occorrerebbe attuare un percorso graduale per far riscoprire le risorse naturali che la Città di Portici può offrire ai suoi cittadini, molti dei quali non sono a conoscenza dell'esistenza di alcuni parchi urbani dislocati per la città, aree completamente abbandonate a se stesse o ancora peggio nelle mani di un'utenza che le vandalizza in quanto non viene data un'importanza tale dalla stessa cittadinanza

 

che non li riconosce come un bene pubblico.

 

Per il recupero e/o la riqualificazione dei parchi urbani lasciati all'incuria occorre attuare una tutela del patrimonio Achitettonico–urbanistico, rigenerando il patrimonio sociale economico ed ambientale della città, e ove occorre anche l'abbattimento delle barriere architettoniche, con un miglioramento della sicurezza stradale e cittadina per la mobilità degli stessi cittadini verso le aree

 

verdi, al fine di tutelare la vita urbana dei bambini, degli anziani e di tutti coloro che vogliono vivere i parchi, provvedendo così alla prevenzione e/o contrastare gli atti vandalici in questi luoghi.

 

Per far si che i cittadini diano importanza a questo patrimonio offerto gratuitamente dalla propria città si potrebbero pianificare iniziative atte a far intervenire attivamente gli stessi cittadini si potrebbe promuovere la partecipazione degli stessi alla cura delle aree/parchi urbani con campagne di sensibilizzazione per la riqualificazione e manutenzione ad esempio:

 

-Per il Bosco si potrebbe organizzare la giornata per la pulizia del bosco con la partecipazione delle scolaresche coadiuvate da associazioni ambientali, o ancora la giornata dell'albero per il rimboschimento del bosco con la partecipazione sempre delle scolaresche.

 

Realizzare, progettare, pubblicizzare, e sviluppare queste giornate di attività di educazione ambientale rivolte agli istituti scolastici del territorio per stimolare gli studenti stessi alla partecipazione di queste giornate ecologiche, avranno lo scopo di far conoscere l'ecosistema del bosco e le problematiche ambientali.

 

-Per i parchi urbani si potrebbe realizzare la giornata dell'orto didattico permettendo ai bambini con i genitori a sperimentare in prima persona i cicli vitali della frutta e verdura, orti che saranno stati dati in gestione alle persone anziane per la loro manutenzione e coltivazione.

 

-Per il Porto "Granatello" vivere il mare, nel periodo estivo rendere l'accesso agevole al mare anche per i diversamente abili, creare punti di ristoro mobili.

 

-Per la passeggiata sulla litoranea, creare spazi pubblici attrezzati per i bambini senza intaccare l'aspetto faunistico e paesaggistico.

 

Inoltre si potrebbe pianificare, ove è possibile, la creazione di un centro socio-culturale polivalente con spazi di accoglienza, ristoro, feste e quant'altro e farla gestire da associazioni creando una sinergia tra le risorse pubbliche e private con la prospettiva di far crescere l'economia porticese.

 

L'obiettivo di tutto ciò oltre che sensibilizzare il cittadino, è quella di creare una collaborazione convenzionata con le associazioni ambientali qualificate per la gestione delle aree urbane, boschive, marine (porto Granatello e passeggiata litoranea), per la manutenzione ordinaria che ne consentirà.

Domenico Marigliano blogger

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 306 97%
no 11 3%

Voti totali: 317