Sono i politici italiani che prendono per il culo i cittadini .. o i cittadini italiani che si fanno prendere per il culo dai loro politici ?

Sono i politici italiani che prendono per il culo i cittadini .. o i cittadini italiani che si fanno prendere per il culo dai loro politici ?

di Domenico Marigliano (Note) il Venerdì 15 marzo 2013 alle ore 21.28

 

Come spero tanti di voi (magari foste stati la maggior parte!)

 

 

La rivoluzione é iniziata. l’Italia si sta destando. Basta lacrime e sangue, basta tasse e rinunce per pagare i debiti che il nostro governo ha contratto con le banche private. Il popolo italiano si indebita, aziende falliscono, le nuove generazioni non avranno la pensione, i giovani non hanno lavoro. É ora di dire basta.

 

 

 

Ormai qualunque previsione viene superata dalla indecente verità dei protagonisti grotteschi della nostra scena politica.

 

una scelta politica deve essere fatta bisogna togliere questa situazione di ingovernabilita' per poi proporre soluzioni concrete tentando, di portare fuori dal baratro la nostra Nazione ,insomma chi fa politica deve avere il rispetto della democrazia. Perche' ci vuole una grande responsabilità e senso civico e nazionale per rispettare chi ha votato per essere governato per essere portato fuori dalla crisi che ci sta distruggendo, che ha messo in ginocchio le nostre industrie, le nostre famiglie e le nostre vite.

 

Ci chiediamo perchè siamo vicini al default, quando siamo il paese dove regna l’elogio all’ipocrisia?

 

Dire ogni tanto la verità agli italiani è vicenda rara in Italia, un paese abituato a farsi prendere per il culo dai partiti e dai politici che li hanno governati mandandoli quasi al default economico.

 

 

Rendersi conto che c’è un problema e che questo problema è grave e va risolto è sintomo di grande responsabilità da parte di chi gestisce un paese. Vergogna alla malainformazione dei Giornali e ai Politici.

 

 

Siamo al dessert senza frutta. Tutti parlano del bene dei cittadini e dell'interesse del paese, ma nessuno é disposto (intanto) a perdere qualcosa del proprio.

 

Più che quotidiane le balle sono diventate orarie. Arrivano continue bordate, più o meno velate, da tutte le direzioni. BALLE da tutti e noi poveri fessi che ci crediamo ora BASTA e' arrivato il momento chei nostri cari governanti anche quelli (NUOVI QUELLI CHE SI RITENGONO VICINI AL POPOLO) si mettano seriamente al a LAVORARE portano avanti seriamente le risposte CHE HANNO PROMESSO alla popolazione perche' questa e' l'ultima spiaggia e se si fallisce anche questo si rimane solo un grande salto nel BUIO.

 

Sono incazzato nero,angustiato,rammaricato,depresso dal sistema che non aiuta le persone intraprendenti,con delle idee,con la voglia di fare e soprattutto di costruire qualcosa per il futuro nel medio periodo.Per i giovani che hanno bisogno di imparare e che gli anziani insegnino a questi , che poi saranno loro il futuro dell"italia.la crisi!! la vedo ancora piu catastrofica di adesso,e che nei prossimi anni dilaghera come un meteorite nell"oceano.le istituzioni hanno bloccato la voglia di fare ,creare ,inventare.

 

Non è più tempo per gli agnelli sacrificali, che lasciano tanta amarezza, ma non fanno breccia nei cuori dei "demoni"governanti di qualunque nazione, anch'essi assoggiettati al Governo Mondiale. Adesso è tempo di dimostrare che la base della piramide,si è rotta le scatole di sostenere un vertice inutile , che è diventato una

 

croce insostenibile, se la base si sposta il vertice cade!

 

ALLORA bisogna iniziare a fare seriamente le scelte giuste e sensate per la nostra crescita e per la nostra patria senza essere incatenati dall'Europa che ci tiene con le catene questo e' il momento cari Politici di remare tutti dalla stessa parte mettendo di lato i protagonismi, il colore politico,ma mettere tutti sotto la grande BANDIERA ITALIANA e portare fuori questa grande Nazione dal baratro del fallimento.

 

In conclusione non c'e' Calma, non c'e' Pace, troppe parole,troppe sotterfugi,troppo denaro sporco,e' arrivato il momento di dare speranza alla popolazione al loro grido di sofferenza, bisogna creare progetti,programmi che diano la speranza alla gente di lavorare, di curarsi,dicrescere i propri figli lasciandoli stiudiare lavorare e credere nei valori che i nostri Genitori ci hanno insegnato e che molti di essi hanno difeso con il Sangue e la Vita.

 

Alziamo la testa, apriamo gli occhi, riflettiamo con le nostre teste e riprendiamoci il nostro paese! Piu' sento di queste notizie che non c'e' governabilita' e piu' avverto lo stato come un nostro NEMICO.

 

 
 
  •  
     
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Sondaggio

ti piace il mio sito metti un voto

si 306 97%
no 11 3%

Voti totali: 317